master 5 stelle
Master Class a 5 stelle: iscrizioni aperte
11 dicembre 2017
La cucina contaminata di Cristina Bowerman
La cucina “contaminata” di Cristina Bowerman
31 gennaio 2018

Sotto una buona stella

Si è tenuta ieri, 24 gennaio 2018, presso l’Istituto Professionale Alberghiero Buscemi di San Benedetto del Tronto, la prima lezione del “Masterclass 5 Stelle”, organizzata dalla scuola di formazione Costruire – Centro Studi e Formazione, unico evento della Regione Marche che possa vantare chef stellati come docenti.

Il primo incontro è stato tenuto dallo Chef Stellato Pietro Leemann, personaggio di spicco nel mondo della ristorazione e, in particolar modo, del settore “veg”. L’aula era gremita: i 35 partecipanti, tutti appartenenti al settore food, hanno seguito affascinati le sue spiegazioni. Un vero successo in termini di pubblico se si pensa che i posti a disposizione erano solo 30; l’organizzazione è stata costretta a dover rifiutare delle domande per effettiva mancanza di spazio.
aula

Lo chef, per prima cosa, ha presentato le ricette che avrebbe preparato: la  coinvolgente descrizione ha dato modo di capire a tutti che la sua scelta di essere e cucinare vegetariano non è dettata dalla moda ma è una filosofia di vita che lo accompagna da sempre, fin da quando, ancora bambino, andava insieme ai genitori nell’orto di famiglia.

La presentazione è stata aperta dal piatto intitolato: Di non solo pane, titolo evocativo della sfera cristiana: una panzanella con verdure croccanti e cuore di cannellini profumati al wasabi, contrasto rinfrescante di spinaci e lampone.

di non solo pane

Il suo viaggio introspettivo e spirituale è continuato con un Passaggio Interiore formato da dischi di saraceno e di verza arrostiti, due salse in contrasto, la prima delicatamente affumicata, la seconda appena piccante, carpaccio di topinambur, composta di cavolo rosso e salvia confit.

paesaggio interiore

Il suo profondo e viscerale amore per la natura gli ha permesso di ideare il piatto Sotto una coltre tenue che lui, quasi shakespearianamente, descrive come “una passeggiata invernale alla scoperta di quel bosco, con pesto di sedano verde, cuori di broccoli e pepe, salsa di pastinaca, castagne, carciofi, cubi di ricotta delicatamente affumicata, salvia croccante, melograni e altre sorprese nascoste da un manto impalpabile e gustoso”.

sotto una coltre tenue

Passando per Una porta per l’Oriente la presentazione è terminata con un guazzetto di agrumi delicatamente marinati e serviti tiepidi, sorbetto di mandarino, salsa di melograno e profumo di incenso.

porta per l'oriente

Durante la descrizione dettagliata dei piatti, egregiamente eseguiti dal suo collaboratore, non si è mai risparmiato nel condividere con i partecipanti tutte le informazioni non solo relative ai piatti, ma anche a tutto ciò che lo ha portato  a realizzarli. In un’atmosfera di totale coinvolgimento, le sue parole hanno traghettato il pubblico in un viaggio a 360° attraverso tutta la sua filosofia di vita e di cucina: un percorso che spazia dalle varie religioni, alla pura spiritualità, passando attraverso dettagliate informazioni delle varie materie prime, per giungere a toccare persino dettagli sulle decorazioni e sulla forma dei piatti. Questo suo non risparmiarsi nel condividere tutte le nozioni possibili e tutto il suo essere con i partecipanti ha stupito ognuno di loro: mai avrebbero pensato che uno chef di così alto spessore potesse essere anche una persona molto umile e disponibile. Ha più volte ripetuto che questo appuntamento è stato, in primis, un momento di arricchimento per lui.

chef leeman

Pur non essendo amante dei riflettori, si è sentito onorato di essere stato scelto da Costruire – Centro Studi e Formazione come docente per un percorso formativo rivolto agli addetti ai lavori. Ha anche apprezzato molto la location: “Per questo ringraziamo l’Istituto Alberghiero per averci messo a disposizione la propria cucina e per la professionalità di tutto lo staff allievi compresi. Aggiungiamo un ringraziamento anche a tutti gli altri sponsor per averci supportato nella realizzazione di un tale evento”, queste le parole delle responsabili di Costruire – Centro Studi e Formazione.

Le lezioni non avrebbero potuto iniziare in modo migliore.

La prossima, fissata per il 30 gennaio, avrà come protagonista lo Chef Cristina Bowerman.

Gli altri chef previsti in calendario sono Errico Recanati il 6 febbraio, seguito da Moreno Cedroni e Max Mariola, rispettivamente per il 19 e il 27 febbraio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi