Riapertura 26 aprile: cosa cambia per le attività di ristorazione. Rispondiamo alle vostre domande
27 Aprile 2021
Come distinguere il rischio dal pericolo?
10 Maggio 2021

Chi è l’RSPP nella tua azienda?

Chi è l’RSPP nella tua azienda

Indipendentemente dal rischio e dal numero dei lavoratori tutte le aziende devono avere il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPP.
Non esistono eccezioni!

Sei sicuro di avere l’RSPP per la tua azienda?

A questa domanda spesso non si riesce a rispondere perché non si conosce neppure il significato di RSPP.
Questo perché, benché si conoscono le figure degli addetti al primo soccorso e antincendio e del Medico del Lavoro, ancora oggi, dopo ormai più di 30 anni dalla “626” (1994), non è altrettanto noto il significato e i compiti del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, RSPP appunto, comunemente chiamato Responsabile della Sicurezza Aziendale.


L’RSPP serve quindi in tutte le imprese?

Certamente! 
È la figura chiave che collabora con il Datore di Lavoro nella tutela dei lavoratori.
Nessuna azienda può esserne priva.
È compito dell’RSPP individuare i fattori di rischio per la sicurezza e la salute e proporre misure e interventi per la riduzione dei rischi; collaborare con il Medico del Lavoro e il Datore di Lavoro nel processo di valutazione dei rischi.


Ma io “non ho rischi”, sono una piccola realtà con pochi lavoratori, devo avere lo stesso l’RSPP?

Ricordiamo che il Responsabile della Sicurezza è obbligatorio SEMPRE in presenza di lavoratori o soci lavoratori.
Quindi anche in aziende a rischio basso come pizzeria, ristoranti, bar deve essere designato. Anche in presenza di un solo lavoratore dipendente.


Quali sono le sanzioni in caso di mancata presenza del Responsabile della Sicurezza RSPP?

La mancanza di questa importante figura in azienda si paga a caro prezzo: dai 2700 euro ai 7000 euro di multa, oltre che l’avvio di un procedimento penale a carico del Datore di Lavoro.


Chi deve fare il corso RSPP?

La cosa migliore è che sia il titolare a fare il corso RSPP, in quanto tale è il primo a dover capire quali sono i possibili rischi che corrono i lavoratori nel ricoprire il proprio ruolo, cosa rischiano in caso di infortuni e come evitarli e prevenire i rischi.

Se per motivi vari il Datore di Lavoro decide di non fare il corso quindi non diventare RSPP, allora la scelta può ricadere su un RSPP Esterno in possesso di requisiti e che “copra” l’azienda in caso di controlli.

MA RICORDIAMO!

La responsabilità di quello che succede in azienda, dalla piccola alla grande rimane sempre in capo al datore di lavoro, per non parlare dei costi legati alla gestione di un RSPP esterno, quindi tanto vale che sia il datore di lavoro ad essere designato RSPP!




Sei titolare di un albergo, ristorante o bar
e vuoi conoscere il miglior modo per evitare infortuni nel tuo locale?





    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.