Master in “Aree interne. Strategie per la prevenzione, riduzione del rischio e rigenerazione post disastro naturale”
17 Dicembre 2019
"Voglio che NextGenerationEU dia il via a un'ondata di rinnovamento europeo e renda la nostra Unione leader nell'economia circolare. Ma questo non è solo un progetto ambientale o economico: deve essere un nuovo progetto culturale per l'Europa. Ogni movimento ha il suo aspetto e la sua ragion d’essere. E dobbiamo dare al nostro cambiamento sistemico una sua peculiare estetica, per abbinare lo stile alla sostenibilità.
Questo è il motivo per cui creeremo un nuovo Bauhaus europeo, uno spazio di co-creazione in cui architetti, artisti, studenti, ingegneri, designer lavorano insieme per realizzare questo obiettivo".
Siamo partiti dalle parole tratte dal Discorso sullo stato Dell'Unione, pronunciate dalla Presidente Von Der Leyen nel Discorso alla plenaria del Parlamento europeo il 16 settembre 2020 per dare vita a questo nuovo percorso formativo.


L’Università degli studi di Camerino Scuola di Architettura e Design “E. Vittoria” in collaborazione con
Costruire Centro Studi e Formazione Srl, presentano il

Master internazionale di II livello

CIRCUL | AR
Architettura Circolare: Forme e Metodologie

MASTER FINANZIABILE CON BORSE DI STUDIO REGIONALI!!

 

Direttrice del Master:

Prof.ssa Maria Federica Ottone - Università degli studi di Camerino

Vice Direttrice:

Prof.ssa Roberta Cocci Grifoni - Università degli studi di Camerino

Comitato Scientifico:

M. FEDERICA OTTONE - Direttrice, Università di Camerino
ROBERTA COCCI GRIFONI - Vice-Direttrice, Università di Camerino
LORENA ALESSIO - lorenaalessioarchitetti, LA Lab (Taiwan)
ELENA BARTHEL – Rural Studio, Auburn University, Newbern, Alabama
ALESSIO BATTISTELLA - Studio Arcò, Milano
LUCA GALOFARO - Università di Camerino
CONSUELO NAVA - Università di Reggio Calabria
FRANCESCA OLIVIERI - Università Politecnica odi Madrid
ELEONORA PARIS - Università di Camerino
MOSTAFA RABEA KHALIFA - Università di Beirut (PHD Unicam)
FABIO RENZI - Symbola
EMANUELE NABONI - The Royal Danish Academy of Fine Arts (KADK)
ROBERTO RUGGIERO - Università di Camerino


QUAL È IL TEMA DEL MASTER?

Gli effetti dei cambiamenti climatici sul pianeta sono diventati in pochi anni evidenti. La consapevolezza delle conseguenze sulla salute umana di quello che, nel contesto internazionale, è definito “climate change”, è oggi alimentata da dati di evidenza che generano preoccupazione ma che sono anche alla base delle nuove politiche di trasformazione dell’ambiente costruito messe in atto, in particolar modo, nel contesto europeo. Tra gli obiettivi di sostenibilità alla base di tali politiche quello della razionalizzazione nell’uso delle risorse riveste un carattere altamente strategico. In particolare per ciò che concerne il mondo delle costruzioni, esiste oggi un’attenzione nuova verso i materiali edilizi e gli impatti derivanti al loro processo di impiego ovvero produzione, messa in opera e dismissione. Nell’ambito di una auspicabile cultura della costruzione orientata ai principi di economia circolare, il tema dell’impiego di materiali di scarto nel settore edilizio si configura, dunque, come uno dei più avanzati obiettivi di sostenibilità applicata alle costruzioni; un obiettivo che tuttavia necessità di nuove competenze ma che lascia presagire la nascita di nuovi mercati nonché di nuove possibilità “creative” nel campo della progettazione architettonica.

Il master si propone come anello di congiunzione tra la formazione e la professione. Integrando le conoscenze di coloro che si sono confrontati con il mondo dell’architettura, e dell’ingegneria e del design, il Master punta a formare una figura di progettista/esperto che voglia misurarsi con un’idea di architettura realizzata integralmente di spazi e materiali nuovi o usati, rinnovabili, naturali, biodegradabili, riciclabili e riutilizzabili in settori anche diversi da quello di origine, attraverso un processo circolare e di upcycling.

Com’è noto “upcycling” vuol dire riuso creativo (di oggetti o materiali di scarto), tale che possa nascere un prodotto di qualità più elevata di quello da cui trae origine. In architettura questo concetto coinvolge non solo l’aspetto dei materiali e dei componenti edilizi, ma anche lo spazio, inteso come elemento primario, al quale si attribuisce il maggior significato dal punto di vista sociale, economico e, non ultimo, di qualità dell’abitare e del comfort.

Il compito del progetto, destinato ad un processo circolare del manufatto edilizio, è quello di portare alla massima espressione il concetto di “riuso creativo”, potenziando tutti quegli aspetti - qualità degli spazi, qualità della forma, qualità ambientale, ecc. - che contribuiscono a modificare abitudini ormai consolidate, legate allo spreco di risorse e ad un uso eccessivo di materiali e dispositivi non rinnovabili, migliorando e non riducendo la qualità della vita.

Si promuove in tal modo un’idea di “processo circolare” basato sul concetto di upcycling - ovvero di rigenerazione di materiali, componenti e spazi già delineati in precedenti manufatti - e sulla visione di nuovi scenari futuri in cui anche i nuovi manufatti possano essere concepiti come elementi di un nuovo paesaggio, totalmente disassemblabili e dunque disponibili a diventare materiale utile per una nuova “forma di vita”.

Questo processo richiede differenti competenze utili a delineare un progetto consapevole e a raccogliere le sfide legate al cambiamento climatico e al consumo indiscriminato di risorse, trasformando i problemi in opportunità e fornendo nuove occasioni di qualità per l’architettura e per l’ambiente costruito.


A CHI SI RIVOLGE

A tutti coloro che sono in possesso di laurea magistrale e/o a ciclo unico in Architettura e Ingegneria edile Architettura, Design, Ingegneria civile, Ingegneria edile dei sistemi edilizi, Architettura del paesaggio, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale, Scienze e ingegneria dei materiali, Conservazione e restauro dei beni culturali, Architettura e Ingegneria edile-architettura.

FINALITÀ ED OBIETTIVI

Razionalizzazione nell’uso delle risorse alla base delle politiche europee.
Stimolare e definire i termini dell’economia circolare in particolare nell’ambito delle costruzioni analizzando i materiali edilizi e gli impatti derivanti al loro processo di impiego ovvero produzione​, ​messa in opera e ​dismissione​.
Il tema dell’impiego di materiali di scarto nel settore edilizio si configura, dunque, come uno dei più avanzati obiettivi di sostenibilità applicata alle costruzioni; un obiettivo che tuttavia necessità di nuove competenze ma che lascia presagire la nascita di nuovi mercati nonché di nuove possibilità “creative” nel campo della progettazione architettonica.
Il master si propone come anello di congiunzione tra la formazione e la professione. Integrando le conoscenze di coloro che si sono confrontati con il mondo dell’architettura, e dell’ingegneria e del design.
Il Master punta a formare una figura di progettista/esperto che voglia misurarsi con un’idea di architettura realizzata integralmente di spazi e materiali nuovi o usati, rinnovabili, naturali, biodegradabili, riciclabili e riutilizzabili in settori anche diversi da quello di origine, attraverso un processo circolare e di ​upcycling​. Com’è noto “​upcycling​” vuol dire riuso creativo (di oggetti o materiali di scarto), tale che possa nascere un prodotto di qualità più elevata di quello da cui trae origine.
In architettura questo concetto coinvolge non solo l’aspetto dei materiali e dei componenti edilizi, ma anche lo spazio, inteso come elemento primario, al quale si attribuisce il maggior significato dal punto di vista sociale, economico e, non ultimo, di qualità dell’abitare e del comfort. Il compito del progetto, destinato ad un processo circolare del manufatto edilizio, è quello di portare alla massima espressione il concetto di “riuso creativo”, potenziando tutti quegli aspetti - qualità degli spazi, qualità della forma, qualità ambientale, ecc. - che contribuiscono a modificare abitudini ormai consolidate, legate allo spreco di risorse e ad un uso eccessivo di materiali e dispositivi non rinnovabili, migliorando e non riducendo la qualità della vita.
Si promuove in tal modo un’idea di “processo circolare” basato sul concetto di ​upcycling - ovvero di rigenerazione di materiali, componenti e spazi già delineati in precedenti manufatti - e sulla visione di nuovi scenari futuri in cui anche i nuovi manufatti possano essere concepiti come elementi di un nuovo paesaggio, totalmente disassemblabili e dunque disponibili a diventare materiale utile per una nuova “forma di vita”.
Questo processo richiede differenti competenze utili a delineare un progetto consapevole e a raccogliere le sfide legate al cambiamento climatico e al consumo indiscriminato di risorse, trasformando i problemi in opportunità e fornendo nuove occasioni di qualità per l’architettura e per l’ambiente costruito

COSA SAPRÒ FARE DOPO IL MASTER

La figura professionale che si intende formare avrà specifiche competenze nei seguenti campi:

- saper delineare strategie innovative per la progettazione di edifici “rinnovabili”, destinati a riciclare e ad essere riciclati in un processo continuo e circolare di trasformazione di spazi e di componenti edilizi;

- saper riconoscere ed utilizzare tecnologie reversibili e disassemblabili;

- saper utilizzare materiali e progettare spazi che impieghino il minor spreco di energia;

- saper utilizzare e interpretare con capacità critica le recenti normative riferite ai CAM (Criteri Ambientali Minimi) come requisiti di base per delineare scenari compatibili con le nuove sfide ambientali;

- saper utilizzare ad un livello base alcuni strumenti complessi di progettazione parametrica (BIM) e computazionale (Grasshopper) nell’ambito di una metodologia progettuale orientata al progetto di upcycling;

- saper utilizzare alcuni software d’interfaccia per la produzione con tecniche di digital fabrication di componenti edilizi.

SVOLGIMENTO E DURATA

Il Master prevede l’acquisizione di 60 Crediti Formativi Universitari (CFU).

Data di inizio: 22/04/2021
Data fine: entro aprile 2022.

Le lezioni di didattica frontale inizieranno il 22/04/2012 fino e si concluderanno entro il mese di dicembre 2021. Le altre attività formative termineranno entro il mese di aprile 2022.

La didattica viene svolta per una settimana al mese. Alternando settimane in presenza e settimane a distanza, salvo i 3 workshop previsti durante il percorso formativo (luglio, gennaio, febbraio) dove ci saranno 2 settimane consecutive in presenza.  Per le restanti settimane gli studenti potranno svolgere le loro attività lavorative o di stage presso aziende, enti o studi professionali.

Didattica frontale (in presenza e on line)
La didattica frontale potrà essere sia in presenza che on line, in particolare per i docenti provenienti dall’estero o da altre città italiane lontane dalla sede del master.
Per le lezioni svolte on line si utilizzeranno piattaforme telematiche specifiche per la didattica on line (Cisco WebEx o altre tecnologie simili quali ad esempio Google Meet o MsTeams). Le indicazioni e le istruzioni verranno indicate agli iscritti al momento del loro utilizzo.

Didattica Alternativa
Ogni modulo prevede un’integrazione alle ore in presenza oppure on line con attività laboratoriali, esercitazioni, esercitazioni, project work e/o di approfondimento degli argomenti trattati. 

Conferenze - Seminari
Nell’ambito del master sarà organizzato un convegno internazionale in cui saranno presenti tutti i docenti del Comitato Scientifico, sui temi alla base di quest’esperienza. Il convegno consentirà allo studente di ampliare il proprio orizzonte cognitivo nonché di avere un riscontro sulla collocazione del proprio percorso formativo nel panorama internazionale.

Workshop
Sono previsti 3 workshop tematici di una settimana e mezza ciascuno, nei quali saranno affrontate tre diverse scale di intervento: paesaggio urbano, recupero di edifici esistenti, nuovi edifici. Per ciascun workshop è prevista una fase sperimentale e di intervento operativo su un caso studio.

Stage
Le ore di stage, pari a 400, potranno essere erogate e distribuite secondo le seguenti modalità sulla base del curriculum del candidato che sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione Scientifica:

Potranno essere distribuite nell’arco dello svolgimento del corso, concordando preventivamente con i responsabili del master le modalità e il luogo di svolgimento;
Oppure al termine del percorso formativo;
Altresì grazie allo stage, l’azienda o lo studio professionale potrà coprire una parte dei costi di iscrizione al master, in cambio dello svolgimento, in affiancamento al tutor universitario e con la supervisione ed il supporto del Consiglio Scientifico, di progetti di sviluppo di interesse dell’azienda/studio e legati alle tematiche del master;
Lo stage può prevedere la partecipazione dello studente a seminari ed altre attività sperimentali da svolgere presso aziende, realtà professionali, Enti e Istituzioni italiane o straniere, preventivamente approvate dal Collegio dei Docenti.

Durante l’esperienza di stage, l’allievo sarà costantemente seguito da un tutor aziendale che si occuperà di inserirlo nella struttura. La metodologia adottata per il trasferimento delle conoscenze sarà quella dell’affiancamento, anche a distanza, sul posto di lavoro. Il tutor curerà il rapporto con l’azienda ed interverrà direttamente al fine di integrare e correggere/approfondire le eventuali lacune. L’allievo sarà supportato per risolvere i possibili problemi di natura logistica, motivazionale e didattica che dovessero manifestarsi.

SEDE DI SVOLGIMENTO

La sede operativa del Corso è situata presso la Scuola di Ateneo Architettura e Design di Ascoli Piceno Viale della Rimembranza dove si svolgeranno le lezioni frontali in presenza.

ISCRIZIONI

Il master è a numero chiuso. Numero minimo di allievi per l’attività del corso è di 14 iscritti, fino a un massimo di 25.

TERMINE PRESENTAZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE

1. La domanda di iscrizione deve essere compilata ed inoltrata, entro il 22/03/2021, esclusivamente tramite procedura informatizzata on-line, reperibile nell’apposita sezione del sito Internet dell’Ateneo, all’indirizzo: http://www.unicam.it/miiscrivo/ dove sarà possibile anche accedere a tutte le informazioni e le notizie aggiuntive relative alle stesse procedure di iscrizione.
Al termine della compilazione non è richiesto il pagamento della I rata della quota di iscrizione, che andrà versata solo in seguito alla comunicazione di attivazione del corso, come specificato al seguente Art. 14.

2. A completamento della procedura di iscrizione on-line, oltre alla copia di un documento di identità, sarà chiesta la compilazione di una dichiarazione sostitutiva di certificazione, il cui modello è reperibile al seguente indirizzo:

http://www.unicam.it/miiscrivo/iscrizionemaster.

3. Coloro che hanno conseguito il titolo all’estero dovranno allegare ulteriore documentazione quale: a) diploma originale di laurea tradotto e legalizzato; b) dichiarazione di valore; c) certificato di laurea con esami sostenuti, tradotto e legalizzato; d) copia del permesso di soggiorno o della ricevuta di presentazione della domanda di rilascio dello stesso (solo studenti extra-comunitari, sia corsisti che uditori, che seguiranno il master in Italia).
Il Consiglio scientifico del Master valuterà il titolo conseguito ai fini dell'ammissione al Corso.

4. Per informazioni sulla procedura di iscrizione on-line: Tel. 0737/402070; E-mail maddalena.falcioni@unicam.it

TERMINI E MODALITÀ DELLA PROVA DI SELEZIONE

1. L’ammissione al Corso è condizionata anzitutto dal risultato della valutazione di idoneità, da parte del Consiglio Scientifico del Corso, che si basa sulla coerenza del curriculum accademico e professionale del candidato ed al rispetto del titolo di studio indicato.

2. Qualora il numero delle domande di iscrizione ammissibili sia superiore al numero massimo dei posti disponibili, sarà attivata una procedura di selezione, da svolgersi con le seguenti modalità:

- Colloquio sulle materie e le discipline inerenti il percorso formativo

3. Entro 5 giorni dalla data di scadenza per l’inoltro della domanda di iscrizione sarà comunicato a tutti i candidati, all’indirizzo e-mail indicato nella domanda di iscrizione, l’esito delle verifiche di cui al comma 1 del presente articolo o l’eventuale attivazione della procedura di selezione di cui al comma 2, con le informazioni su luogo, date e orari di svolgimento e sui criteri di valutazione adottati.

QUOTA DI ISCRIZIONE AL MASTER

La quota di iscrizione ammonta a € 4.500 da versare come di seguito specificato:

I rata: € 2.500,00 secondo le istruzioni comunicate con una e-mail di conferma dell’attivazione del corso che sarà inviata a tutti i candidati dalla segreteria organizzativa (indicativamente entro 1 mese dalla comunicazione di ammissione al Corso)
II rata: € 2.000,00 entro febbraio 2022.


BORSE DI STUDIO E ALTRI BENEFICI

1. La Regione Marche, sulla base delle indicazioni del Programma annuale per l’occupazione e la qualità del lavoro, intende sostenere la formazione post-laurea al fine di potenziare le competenze e le abilità dei giovani laureati residenti nel territorio marchigiano e, al fine di agevolarne l’inserimento qualificato nel mondo del lavoro, propone incentivi (dall’80% al 100% di contributo sulle sole spese di iscrizione) al fine di consentire la partecipazione a master universitari organizzati nella regione, nelle altre regioni italiane e all'estero, con l’assegnazione di voucher a studenti e studentesse migliorando anche il divario di genere, affinché la persona sia posta al centro della costruzione del proprio processo formativo professionale.
(rif. http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Istruzioni-Formazione-e-Diritto-allo-studio/Alta-Formazione )

2. Altre Regioni Italiane, attraverso Programmi operativi ed impegni di spesa, sostengono la formazione post laurea al fine di potenziare le competenze e le abilità dei giovani laureati residenti nel proprio territorio, al fine di consentire la partecipazione a master universitari con l’assegnazione di voucher per la copertura parziale o integrale delle spese di partecipazione al master.

3. La segreteria organizzativa, si adopererà a segnalare ai laureati interessati, la presenza di Avvisi Pubblici Regionali attivi nella regione di residenza del laureato e a verificare la disponibilità di fondi per le aziende interessate alla formazione del proprio personale.

RILASCIO DEL DIPLOMA

È rilasciato il Diploma di Master Universitario di secondo livello una volta sostenuta, con esito positivo, la prova finale.

SEGRETERIA OPERATIVA

Costruire Centro Studi e Formazione Srl Tel. 0735/757244 e-mail: info@centrostudieformazione.it

Attività didattica e seminariali previste:

WORKSHOP

1. CIRCUL_AR NEW BUILDINGS (SELF CONSTRUCTION)
San Ginesio (MC)

Federica Ottone (coordinator)
Alessio Battistella
Elena Barthel
Luca Galofaro (communication of design goals)
Mostafa Rabea Khalifa (digital support in design)

  Convegno: a cura di Unicam, Symbola
IPER-SOSTENIBILITÀ
Italian Stories - Professionisti e imprese a confronto

    CIRCUL_AR EXISTING BUILDINGS (Addition-Infill)
Amandola (AP)

  Roberto Ruggiero (coordinator)
Lorena Alessio
Consuelo Nava
Luca Galofaro (communication of design goals)
Mostafa Rabea Khalifa (digital support in design)

  Convegno: a cura di Unicam, Symbola
NUOVA SICUREZZA
Italian Stories - Professionisti e imprese a confronto

      CIRCUL_AR OPEN SPACES
Ascoli Piceno (AP)

  Roberta Cocci Grifoni (coordinator)
Francesca Olivieri (UPM, Madrid)
Emanuele Naboni (KADK, Copenaghen)
Luca Galofaro (communication of design goals)
Mostafa Rabea Khalifa (digital support in design)

  Convegno: a cura di Unicam, Symbola
NUOVA BELLEZZA
Italian Stories - Professionisti e imprese a confronto

Link utili

Bando
Unicam